The Druid Master: Ecco cosa sappiamo del titolo in anteprima

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

The Druid Master è il nuovo titolo, prossimo al Kickstarter, del gruppo Tabletop System LTD di cui già abbiamo parlato qui per il loro boardgame Mechatop.

In questo nuovo gioco vestiremo i panni di un druido che vive nella foresta, avvolto nell’abbraccio rassicurante della natura, e come tale padroneggeremo l’antica arte di curare i vari disturbi che colpiscono il corpo umano grazie alle erbe, alle piante e agli alberi che ci circondano.

Molti verranno a chiedere il nostro aiuto, ma in molti andranno a chiederlo anche ai nostri avversari e dovremo dimostrare di essere i migliori se vogliamo spiccare contro i nostri rivali.

Pronti a tuffarvi in questa nuova avventura?

 

The Druid Master: Inoltriamoci nelle meraviglie della natura

Interpretando il ruolo del guaritore druido, avremo tra le mani diverse piante di cui imparare a comprenderne le proprietà. Si potranno “visitare” diversi pazienti, che saranno affetti da malattie che il nostro personaggio già conosce o ha sperimentato in prima persona.

Più giocheremo più conosceremo le potenzialità delle piante e più velocemente saremo in grado di comprendere la migliore “strategia” per trattare i vari sintomi. Lo scopo di questo gioco, e il motivo per cui è stato progettato, è quello di far conoscere in modo divertente, semplice ed intuitivo alcuni strumenti che la natura generosamente ci offre, per lenire e curare i diversi problemi che possiamo affrontare nella vita. Per avvicinare e rendere più consapevoli adulti e bambini di quanto la natura che ci circonda può aiutarci e sostenerci.

 

 

Carta Pazienti

 

Questo è sicuramente un nobile proposito e non è mai male sensibilizzare il prossimo al rispetto per la natura. Soprattutto se lo si può fare divertendosi.

Questo aspetto di divulgazione non aspira a essere perfetto ed assoluto, piuttosto punta a essere uno strumento divertente attraverso il quale approcciarsi alle varie sfaccettature del mondo naturale. Gli autori del gioco ci tengono a precisare che la sola lettura del libro non si deve ritenere garanzia di crescita personale, professionale e auto-curativa: il lettore si assume piena responsabilità delle proprie scelte, consapevole dei rischi e conseguenze ad esse connesse.

Che detto in parole povere vuol dire che giocare a essere un druido guaritore non ci rende un guaritore a tutti gli effetti.

 

Svolgimento del gioco

Come si gioca?

Dopo aver deciso il numero di giocatori, si distribuisce ad ognuno di loro lo schermo/calderone e si pongono sul tavolo di gioco i token per il conteggio delle cure in modo che siano utilizzabili da tutti.

Fatto ciò si prendono i tre mazzi Effetto, Pianta ed Evento e si mescolano separatamente distribuendo a ciascun giocatore una carta dal mazzo effetto e sette dal mazzo pianta, riponendo poi tutti e tre i mazzi al centro del tavolo.

 

 

carta Piante

 

Il gioco si articolerà in 8 manches che seguiranno lo stesso ciclo di fasi fino a che, risolto l’ottavo paziente, si passerà al conteggio dei punti per la determinazione del vincitore. Le fasi di ogni manches sono così divise:

FASE 1: EVENTO – Si pesca una carta dal mazzo delle carte Evento e si applica l’effetto che interesserà tutti i giocatori.

FASE 2: ENTRATA DEL PAZIENTE – Si prende il primo paziente e lo si pone al centro del tavolo a vista di ogni giocatore per vedere cosa lo affligge.

FASE 3: SCELTA DELLA CURA – Ogni giocatore sceglierà segretamente un numero di carte Pianta da un minimo di 1 a un massimo di 3, nel tentativo di dare al paziente una cura migliore rispetto agli avversari.

FASE 3A: RITUALE PER GLI SPIRITI DELLA NATURA – Si possono sacrificare agli spiriti della natura due carte Pianta dalla propria mano, durante la fase di SCELTA DELLA CURA, per pescare una carta Effetto dal rispettivo mazzo.

FASE 4: CONFRONTO DELLE CURE – Una volta che tutti i giocatori avranno fatto la loro scelta, si riveleranno le rispettive carte Pianta poste segretamente dietro i calderoni e si andrà a verificare chi avrà ideato la cura migliore per il paziente

FASE 4A: UTILIZZO DELLE CARTE EFFETTO – In questa fase è possibile da parte dei giocatori usare diverse carte Effetto dalla loro mano per avere bonus, mettere in difficoltà gli avversari e/o tentare di portare a proprio favore la vittoria del paziente.

FASE 5: DETERMINAZIONE DEL VINCITORE – Una volta valutate tutte le categorie del paziente, assegnati i token e valutate le eventuali modifiche apportate dalle carte Effetto utilizzate, si andrà a stabilire il giocatore che è riuscito a curare completamente il paziente, o chi avrà accumulato meno token negativi; sarà il vincitore della manche e guadagnerà la carta del paziente, che riporta nell’angolo in alto a sinistra i punti vittoria corrispondenti.

FASE 6: RACCOLTA DELLE PIANTE – A partire dal giocatore vincitore della manche e proseguendo in senso orario, ogni druido si prepara all’incontro con un nuovo paziente, pescando 2 nuove carte dal mazzo Piante e integrandole alla propria mano.

FASE 7: NUOVA MANCHE / FINE DEL GIOCO – Ci si prepara all’arrivo di un nuovo paziente e bisogna ripulire l’ambulatorio: tutte le carte Pianta, le carte Effetto e la carta Evento che hanno interessato il turno appena concluso vengono scartate e poste nelle rispettive pile degli scarti.

FASE 7A: FINE DEL GIOCO E CONTEGGIO DEI PUNTI – Ogni giocatore somma i punti che ha guadagnato, ovvero i punti raffigurati nell’angolo in alto a sinistra di ogni paziente che ha vinto nel corso della partita. Il druido che avrà accumulato più punti vittoria sarà così proclamato THE DRUID MASTER.

 

La nostra valutazione

The Druid Master è un gioco di carte che ci fa vestire i panni di un druido guaritore e cerca di mostrare ai giocatori gli effetti benefici delle piante.

Come indicato dalla pagina Kickstarter conoscere le proprietà curative che la natura ci offre, sempre generosa e disponibile con noi, ci aiuta ad avere una visione diversa, nuova consapevolezza e gratitudine verso le risorse curative che la natura ci dona. Entrare in contatto con nuovi giocatori stimola la costruzione di importanti capacità relazionali come l’assertività (la capacità di esprimere le proprie emozioni e opinioni in modo chiaro ed efficace senza offendere l’interlocutore), aiutando le persone a uscire dal proprio individualismo causato anche dalla sempre più diffusa modalità di gioco virtuale.

Questo è un vantaggio che i giochi da tavolo possono offrire, ed è il motivo per cui li consigliamo spesso (trovate alcuni dei nostri consigli qui). Il titolo è semplice da giocare, con una componente estetica affascinante e può essere giocato sia in famiglia che con gruppi di amici un po’ più competitivi. Non ci troviamo di fronte un titolo troppo impegnativo, ma la sua rapida esecuzione permette una longevità più alta di quei giochi a cui servono ore e ore di esecuzione.

Magari ne parleremo quando il gioco sarà terminato e si concluderà il kickstarter, ma per il momento sentiamo di consigliarlo a tutti.

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies per garantire ai suoi utenti di usufruiredi una esperienza di navigazione migliore. Per maggiori informazioni leggi la nostra Cookie policy e la nostra Privacy Policy.