Un palato da pugile: Franchino Er Criminale in lotta per lo street food di qualità🍕🥊

Nel cuore pulsante di Roma, tra i vicoli che echeggiano di storia e aromi invitanti, emerge una voce autentica e potente, quella di Franchino Er Criminale. Alessandro Bologna, conosciuto da tutti come Franchino, incarna la genuinità di uno youtuber che ha fatto della sua romanità non solo un tratto distintivo, ma una vera e propria cifra stilistica. Uomo di borgata, con la saggezza delle strade nelle sue parole, Franchino sa tuttavia esprimere critiche articolate e forbite quando necessario, mostrando una sorprendente autorevolezza e una profonda conoscenza del settore della ristorazione.

In lui, il pubblico trova un mix irresistibile: la simpatia e la genuinità di chi parla con il cuore, unite a un’etica comunicativa che non lascia spazio a compromessi. Franchino non si limita a degustare cibo, va oltre, promuovendo la trasparenza, svelando i retroscena del mondo culinario e lottando per la salvaguardia delle tradizioni. La sua lente è sempre puntata sull’autenticità e sull’amore per un lavoro ben fatto. Ecco cosa rende Franchino Er Criminale un vero paladino dello street food: non solo la passione per la buona cucina, ma il desiderio sincero di trasmettere messaggi positivi, che rispecchiano l’amore per la sua città e per le sue radici culinarie.

 

Me so magnato Roma di Franchino Er Criminale

“Me so magnato Roma”: un libro che racconta la capitale a morsi 📚🍕

Di recente Franchino Er Criminale ha scritto un libro, Me sò magnato Roma. Guida criminale allo street food della Capitale, pubblicato da Momo Edizioni, facendo la scelta di sostenere le piccole realtà editoriali. Disponibile su Feltrinelli, Amazon e nelle librerie, questo lavoro si distingue per la sua approfondita esplorazione delle tradizioni culinarie romane, offrendo un’esperienza che va ben oltre il semplice elenco di loca​​​​​​​​li.

La sua scrittura, già apprezzata in articoli per La Repubblica, affronta con criticità il fenomeno del food porn e le pratiche ingannevoli di alcuni influencer nel settore alimentare, mettendo in luce la necessità di una narrazione più autentica e responsabile nel mondo del ci​​​​bo.

In “Me sò magnato Roma” Franchino condivide non solo gusti e sapori ma anche storie, artigiani e tradizioni, riflettendo la sua etica di trasparenza e indipendenza. Questo libro, che nasce dalla passione e dall’impegno per un’informazione culinaria genuina, si prefigge di essere il primo di una serie di guide, costruite con la partecipazione attiva della sua community. La sua visione è quella di una mappatura complessiva delle eccellenze dello street food italiano, realizzata anche con le segnalazioni dei suoi follower.

 

Combattere l’Illusione: Franchino contro la pubblicità ingannevole nel food 🛑🍔

Franchino Er Criminale, critico gastronomico e youtuber, ha avviato una campagna contro la pubblicità ingannevole nel mondo del food blogging e dell’influencer marketing. La sua lotta mira a smascherare il food porn e le recensioni non cristalline, promuovendo onestà e trasparenza. Questa battaglia ha generato non solo sensibilizzazione, ma anche controversie e critiche, soprattutto da parte di coloro che Franchino ha pubblicamente messo in discussione.

Le sue posizioni contro le sponsorizzazioni occulte e le pratiche ingannevoli hanno stimolato riflessioni nella community, pur attirando su di lui accuse personali. Nonostante le sfide rimane fermo nel suo impegno a favore di un’informazione più autentica nel settore alimentare, promuovendo una cultura del cibo più consapevole e sostenibile.

 

 

Franchino er Criminale e Attrix

Dall’alimentazione al web: l’universo di collaborazioni di Franchino 🤹🍝

Da bravo borgataro, Alessandro, ha costruito nel tempo una rete di collaborazioni che vanno ben oltre il mondo dello street food, intrecciando rapporti con creator di ogni genere. Da influencer del gaming come Zano, Pow3r e Attrix, passando per personalità del fitness come Danny Lazzarin, ai comici di TikTok come Mario Delillo e Shamzy, Franchino ha dimostrato una versatilità unica nel dialogare con svariate figure del web.

Le sue interazioni con queste personalità spaziano dallo scherno bonario dei loro gusti alimentari a conversazioni più approfondite sulle loro carriere. In questo scambio, Franchino non solo mette in luce la varietà dei gusti e delle preferenze, ma crea anche un dialogo culturale arricchente. Collaborazioni con artisti romani come Ugo Borghetti, e incontri con fighter professionisti come Dario Spartan Morello e Mattia Faraoni, arricchiscono ulteriormente il suo spettro di interazioni, dimostrando come il cibo possa essere un punto di incontro e di dialogo tra diverse sfere della vita.

Nel settore del food, il rapporto con la YouTuber Giulia Crosbow spicca per il numero di collaborazioni condivise, ma anche figure come Prat, MochoHF e i JunkFully hanno un posto importante nel suo universo di collaborazioni. Questi rapporti reciproci, fatti di ospitate nei rispettivi video, tessono una rete di scambi umani oltre che social.

 

 

 

Anche la genesi di Franchino è strettamente legata a una collaborazione con Cicalone Simone, noto per documentare le periferie urbane italiane. I loro video ironici, girati nella palestra di box dove Alessandro insegnava, hanno dato vita al personaggio di Franchino, come raccontato nel documentario “La panatura del supplì” su YouTube. Inoltre, la sua presenza in podcast come “Radio Tomodachi” sul canale Twitch di Dario Moccia testimonia la sua influenza trasversale e la capacità di connettersi con un pubblico ampio e variegato.

Linguaggio e gusto: come Franchino parla di cibo alla sua community 🗨️🍝

Il canale YouTube di Franchino Er Criminale si è guadagnato il successo non solo per le sue recensioni autentiche, ma anche per il suo linguaggio colorito e le espressioni diventate vere e proprie icone. Frasi come “NCSP” (non ci siamo proprio) per piatti deludenti, “la pizza bassa e scrocchiarella” per descrivere la sua prediletta pizza romana, o “cose di laboratorio” riferito a prodotti di bassa qualità, sono diventate dei veri e propri tormentoni che risuonano tra i suoi seguaci.

Nel suo viaggio alla scoperta dello street food italiano, Franchino non si è limitato a Roma. Ha iniziato a recensire varie specialità locali, dalla pizza al tegamino tipica di Torino alla focaccia pugliese e quella genovese, fino al fritto ascolano e altre delizie regionali. Questa esplorazione culinaria ha ampliato notevolmente il suo repertorio, portando i sapori unici di diverse regioni italiane direttamente ai suoi follower.

Questo approccio gli ha permesso di creare un ponte tra le diverse culture culinarie italiane, mostrando la varietà e la ricchezza del cibo di strada del nostro Paese. Con ogni video e ogni tormentone, Franchino non solo diverte il suo pubblico, ma educa e sensibilizza su ciò che rende ogni piatto speciale, con un occhio sempre attento alla qualità e all’autenticità.

Lanthimos

Alla scoperta di Lanthimos

Preciso che non sono esperta della cinematografia di Yorgos Lanthimos, se esperti di qualcosa ci si possa mai definire. L’ho scoperto relativamente tardi quando, dopo

Leggi »